Innovazione

  • chill roll su impianto cast film

Programma di Innovazione Tecnologica

 

Linea Pilota di Estrusione Lastre con impianto di Riciclo Automatico di Sfridi in Linea

• Tutti gli impianti di estrusione di materiali termoplastici in lastra sottile a testa piana (cast-film) hanno la peculiarità di generare strutturalmente un’elevata percentuale di scarto nell’ordine da circa il 20% a circa il 40% del materiale processato.
• Tale massa di scarto é dovuta principalmente al rifilo delle bobine reso necessario sia da ragioni tecniche (eliminazione dei bordi che hanno dimensioni irregolari) sia da ragioni commerciali (necessità di tagliare le bobine in sottomisure la cui sommatoria non eguaglia la misura originale).
• Il problema e di notevole rilevanza se si pensa che:
A) la materia prima vergine (prevalentemente LDPE, LLDPE e PP) ha un costo di acquisizione oggi compreso tra 0,775 e 1,03 euro/Kg.
B) non esiste una tecnologia affidabile che consenta il ricupero in linea del suddetto scarto Aertecnica Croci opera da alcuni decemii nella progettazione e fornitura di impianti ausiliari di macinazione, insilaggio e dosatura dei rifili di film tennoplastico da installare a fianco delle linee di produzione cast film.
• Noi riteniamo molto importante rafforzare la sua presenza nel segmento di mercato sopracitato e allo scopo realizzare un impianto di laboratorio che serva sia ad ottimizzare i propri macchinari al servizio di linee cast film, sia di evidenziare lo stato dell'arte raggiunto presso la clientela con sperimentazioni complete in linea al servizio di un’azione di marketing specializzata e orientata.
• In prospettiva Aertecnica Croci intende ampliare la propria gamma di servizi e di macchinari includendo alcune parti del gruppo di estrusione di materiali per il packaging che presenti sinergie tecnologiche e commerciali con l’attuale programma di produzione e vendita.

Compattatore AC 150"
Macchina automatica facilmente trasportabile, utile alla raccolta degli scarti di lavorazione di films in polimeri termoplastici.
Opportunamente abbinato ad uno o più sistemi di convogliamento degli scarti di lavorazione, pennette di comprimerli rendendoli in forma di barre di lunghezza variabile in questo modo si riducono i costi di stoccaggio e conseguentemente i costi per i trasporti allo smaltimento.

Funzionamento:
Gli scarti dei vari polimeri termoplastici, che devono essere smaltiti, passano in un contenitore sotto vuoto.
Attraverso un sistema di tubazioni vengono aspirati nella camera di compressione del compattatore. A questo punto, gli scarti hanno già subito una compressione parziale della pompa all’ingresso.
Un pistone ad azionamento meccanica, soinge gli scarti nella camera di riscaldamento aumentando ulteriormente il loro livello di compressione grazie alla parziale fusione che si riesce ad avere dall’alta temperatura di esercizio. Il riscaldamento di questa camera é assicurato da un gruppo di resistenze elettriche adeguatamente dimensionate, con la possibilità di aumentare 0 diminuire la temperatura la temperatura in funzione della costituzione del materilae di scarto che si sta trattando. La camera di riscaldamento termina con l’inizio del condotto di scarico della barra compressa.
Infatti il materiale, dopo aver subito l’ultima compressione in quest’ultima camera, viene naturalmente espulso dalla stessa per fare posto allo scarto che sopraggiunge dalla camera di
compressione.
Una specifica attrezzatura, ampiamente regolabile, controlla la lunghezza della balra in uscita per azionare la ghigliottina che la taglia della lunghezza impostata.
La ghigliottina azionata da due pistoni laterali é collocata tra la camera di raffreddamento ed il condotto di scarico.
La barra, dopo il taglio, viene agevolmente spostata per liberare la condotta di scarico.

Estrusore Conico TREEM-FEED SC-SS
Come nel caso del compattatore gli scarti da lavorazione in linea (rifili) vengono convogliati alla tramoggia di alimentazione dell’estrusore per poter essere trattati e lavorati sino ad ottenere del granulo uniforme e fisicamente eguale alla materia prima, idoneo al riutilizzo direttamente in linea.
La macchina si compone principalmente da:
- tramoggia di alimentazione
- motoriduttore a velocita’ variabile
- cilindro e vite di estrusione

I commenti sono chiusi.